Berlusconi svela il bluff M5S “Per reddito mancano soldi”

 

“Il reddito di cittadinanza, che non arriverà mai alla maggior parte di coloro che lo attendono, perché i soldi non ci sono, è un costo in più destinato ad essere pagato proprio da chi oggi non trova lavoro e non ha speranze per il futuro”.

Silvio Berlusconi svela il “bluff” messo in piedi dai Cinque Stelle e – incontrando a palazzo Grazioli gli eletti della Regione Puglia si dice preoccupato per la trattativa con l’Europa. “Non è negoziando mezzo punto in più o in meno che risolveremo questi problemi, quelli del nostro Sud in particolare”, ha detto il Cavaliere, “La strada sarebbe quella della detassazione e della deburocratizzazione per attrarre e sostenere gli investimenti che creano occupazione. Se spesa pubblica ci dev’essere, dev’essere finalizzata alle infrastrutture (ponti, autostrade, ferrovie veloci, aeroporti) di cui il Sud è gravemente carente. Solo le infrastrutture creano posti di lavoro, sia direttamente, con i lavori necessari per realizzarle, sia indirettamente, per le attività, gli scambi, i commerci che mettono in moto. Tutto questo è estraneo, anzi opposto alla cultura politica dei Cinque Stelle, ai quali la Lega ha appaltato in esclusiva la gestione delle politica economica del governo”

Ed è proprio a Sud – come in Puglia – che “si consumano le contraddizioni del governo gialloverde”. “È un’alleanza innaturale ormai agli sgoccioli se si vogliono salvare la credibilità italiana, il risparmio dei cittadini, le speranze delle nuove generazioni alla ricerca di un lavoro e di un’opportunità”, ha assicurato il leader di Forza Italia, “Il Sud non vive di assistenza”.

Per quanto riguarda le prossime elezioni – amministrative ed europee – Berlusconi si è detto convinto della necessità di trovare con gli alleati di centrodestra “un accordo organico, che parta dalla valorizzazione dei sindaci in carica e che ci consenta, Comune per Comune”. “Anche a Bari”, sottolnea l’ex premier, è necessario “individuare insieme le soluzioni migliori – senza forzature e senza ricorrere a strumenti vecchi, già falliti nel Pd, che avrebbero solo una funzione propagandistica”. Il riferimento è alla possibilità di indire delle primarie del centrodestra per scegliere i candidati: “Siamo convinti invece che dobbiamo lavorare insieme, nel rispetto di tutti, per individuare città per città la candidatura migliore non soltanto per vincere, ma per assicurare ai cittadini cinque anni di buon governo del loro Comune”, dice Berlusconi, “Questo è il solo metodo unificante possibile che proponiamo ai nostri alleati per cambiare davvero la Puglia”.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.