Reddito di cittadinanza? L’assegno di 780 euro solo a 450mila persone

Il grande rebus di questa manovra resta il reddito di cittadinanza. Di fatto il sussidio grillino potrebbe arrivare a 2,3 milioni di famiglie.

Ma solo 450mila vedranno l’assegno pieno. E questi dati arrivano da un tecnico molto vicino ai Cinque Stelle, Pasquale Tridico. Come riporta ilMessaggero, con le nuove stime che arrivano dall’Agenzia delle Entrate e Inps, Tridico prevede un assegno per più di due milioni di famiglie ma sottolinea che il sussidio pieno a 780 euro verrà erogato solo a poco meno di 450mila persone. Ma proprio sulle cifre esatte da destinare al reddito minimo è giallo. Infatti nei rilievi da parte dell’Europa sulla manovra un punto delicato è proprio quello del reddito di cittadinanza. Molto probabilmente il governo dovrà tagliare le risorse destinate al reddito minimo. In un vertice tra Di Maio, Slavini e Conte sarebbe stata presa la decisione di tagliare i fondi destinati al reddito minimo.

Una quota di risorse che sarà sotto i nove miliardi inizalmente stanziati. Ma su un punto il vicepremier grillino non arretra: il pagamento degli assegni dovrà comunque partire tra marzo e aprile. La platea dei beneficiari resta fissata a 6,5 milioni di soggetti. Il tutto distribuendo il sussidio tra i disoccupati e i pensionati. L’assegno, come detto, con le nuove stime potrebbe essere meno generoso. Insomma adesso bisognerà attendere la versione finale del testo per capire quali saranno effettivamente i beneficiari del sussidio e soprattutto la cifra che arriverà materialmente nelle tasche dei disoccupati.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.